Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Il responsabile di una Onlus con sede legale a Borgotaro e sede operativa a Varano de Melegari, era finito sotto processo con l'accusa di aver gestito rifiuti speciali in violazione alla normativa vigente, ma ieri per l'uomo, un 48ennne residente a Fornovo, la vicenda giudiziaria si è conclusa senza alcun verdetto: il giudice Nicola Giusteschi Conti ha dichiarato il "non doversi procedere per intervenuta prescrizione". L'accusa contestata dal pubblico ministero Rino Massari risaliva al 2012 ed era scaturita da un segnalazione della Provincia ed un conseguente controllo effettuato dall'Arpa. La Procura della Repubblica riteneva che la Onlus avesse la necessaria autorizzazione scaduta e della stessa aveva comunque chiesto ed ottenuto il rinnovo.