L’intensità dei rapporti tra Svizzera e Liguria, oltre alla recente visita a Genova dell’ambasciatrice in Italia, nei giorni scorsi si è esplicata anche in un’altra occasione: l’Autorità di Sistema Portuale di Genova ha fatto sapere di aver ricevuto una delegazione di studenti provenienti dal Canton Ticino a Palazzo San Giorgio sede dell’organismo che sovrintende il porto della città. Gli studenti ticinesi sono stati accolti dal Presidente dell’ente Paolo Emilio Signorini che nel suo discorso ha sottolineato le importanti relazioni tra i due Paesi, affermando che "la Svizzera, pur essendo un Paese senza sbocco al mare ospita alcuni dei principali player mondiali dello shipping, della logistica e del settore intermodale". Gli studenti-lavoratori del settore logistico ticinesi hanno visitato, a bordo di un battello, il bacino di Sampierdarena e di Genova Pra’ dove hanno avuto modo di conoscere l’operatività dei terminal portuali. Nell’area di Vado Gateway hanno approfondito il tema del traffico container e gli aspetti legati alla logistica del porto e del retrostante interporto. La visita fa parte di un progetto di formazione che ha l’obiettivo di avvicinare studenti e professionisti svizzeri della logistica ai Porti di Genova e Savona, in vista dell’apertura del Terzo Valico e degli importanti interventi di potenziamento dell’intermodalità in corso d’opera nei bacini portuali.