Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Milano, 9 settembre 2019 – L’innovativo spazio espositivo The Mall, sito nel cuore di Porta Nuova, ospiterà dal 4 al 6 ottobre 2019 la terza edizione della fiera GrandArt – Modern & Contemporary Fine Art Fair.

L’evento dedicato al mercato italiano dell’arte prevede un programma ricco di attività e appuntamenti da seguire. Oltre alla presenza di 50 gallerie italiane e internazionali e alle opere di pittura, scultura e arti applicate moderne e contemporanee presentate da prestigiosi artisti, saranno riproposti i talk moderati da Cesare Biasini Selvaggi, saggista e giornalista, e Bianca Cerrina Feroni, giornalista e critico d’arte. Una serie di eventi collaterali faranno da cornice alla fiera rendendo omaggio a grandi artisti, tra cui l’italiano Domenico Gnoli (Roma, 3 maggio 1933-New York, 17 aprile 1970) massima espressione della pittura italiana nel Dopoguerra. Non mancheranno anche approfondimenti inediti come il workshop su Picasso: Guernica. Figuralità e distruzione dell’immagine a cura di Markus Ophälders, Docente di Estetica, Filosofia dell’Arte e della Musica, presso l’Università degli Studi di Verona.

Con il suo lavoro da direttore artistico della Fiera Angelo Crespi, giornalista e critico d’arte, ha cercato di creare un fil rouge tra le varie esposizioni, con l’obiettivo di far emergere la qualità e i tradizionali valori della pittura – specialmente per quanto concerne l’ambito figurativo – delle opere di primo mercato.
A confermare questo intento, il premio The Bank Contemporary Art destinato al miglior artista rappresentante della tradizione pittorica italiana, interpretata in chiave contemporanea.

La fiera milanese GrandArt, organizzata da Ente Fiera Promoberg e da Media Consulter di Sergio Radici, ha in pochi anni ottenuto un notevole riscontro tra gli appassionati, diventando così un evento di riferimento per il settore dell’arte contemporanea: infatti, il numero di visitatori nell’ultima edizione è aumentato del 12% raggiungendo oltre 10.000 ingressi.

“Promoberg crede e investe nella cultura” sottolinea Fabio Sannino, Presidente dell’ente che gestisce la Fiera di Bergamo, “Lo dimostrano i tre appuntamenti che dedichiamo alle eccellenze dell'arte nell’arco dell’anno; due alla Fiera di Bergamo e uno a Milano. A Italian Fine Art e Bergamo Arte Fiera, i due tradizionali appuntamenti di scena in parallelo a Bergamo con i quali apriamo da molti anni nel segno della bellezza dell’arte a tutto tondo il nostro calendario fieristico, dal 2017 abbiamo aggiunto GrandArt, nuova mostra mercato nel capoluogo lombardo con i capolavori dell’arte che il mondo ci invidia. Tre eventi – osserva Sannino – che consentono a operatori, collezionisti e appassionati, di compiere un affascinante viaggio dai tratti museali sia tra l’arte moderna, antica e contemporanea, sia nei diversi periodi storici che abbracciano molti secoli del nostro paese e dell’Europa in generale. I buoni riscontri ottenuti nelle prime due edizioni di GrandArt, in linea con i trend registrati da IFA e BAF, sono per noi motivo di grande soddisfazione. A maggior ragione sapendo che grazie alle nostre manifestazioni abbiamo coinvolto anche chi non è un habitué di musei, mostre e gallerie d’arte”.

Per questa terza edizione, la cui progettazione del layout espositivo è stata riproposta quella a cura dello Studio di architetti Michele Piva, sono state confermate le collaborazioni con Ta Milano a cui è affidata l’area ristoro, Colombo Experience per la gestione della vip lounge e Riccardo Guasco, tra i più conosciuti e amati illustratori italiani, per l’immagine guida della Fiera.