Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

E' stato condannato a 6 anni un tunisino oggi 30enne accusato d aver sturato una ragazza a Sala Baganza (Parma), stando a quanto è emerso dalle indagini la importunava spesso, ma il 23 dicembre 2012 l'uomo sarebbe passato dalle parole ai fatti violentando la giovane che all'epoca dei fatti era 18enne. Stando alle contestazioni formulate dal pm della Procura di Parma Daniela Nunno, il tunisino avrebbe prima importunato la giovane mentre passeggiava nel mercato della Ghiaia a Parma, poi quando lei ha preso l'autobus per ritornare a Sala Baganza dove abita con la famiglia, lui che abitava nello stesso paese l'ha seguita molestandola anche durante il tragitto con modalità tali da non insospettire gli altri viaggiatori, poi una volta scesi ha preso lo zaino della giovane la quale per farselo restituire è caduta nella trappola di seguirlo, l'ha indotta ad entrare in casa sua dove, stando alle accuse, l'avrebbe costretta a subire un rapporto sessuale.